8-22 FEB 2014
PALAZZO CREPADONA - BELLUNO

RELATORI

CURATORI


BRUNO MORASSUTTI
Architetto

Bruno Morassutti nasce a Padova nel 1920. Si laurea all'Istituto Universitario di architettura di Venezia, contraddistinto in quel periodo dall'insegnamento di Giuseppe Samonà.
Il desiderio di visitare le opere di Ludwig Mies van der Rohe, di Neutra e soprattutto di Frank Lloyd Wright, che aveva cominciato ad apprezzare grazie all'incontro con Carlo Scarpa, spinge il giovane architetto a frequentare nel 1949, il Taliesin Fellowship, Da questa forte esperienza americana rimangono le diapositive delle architetture che Morassutti illustrerà in alcune lezioni su Wright al Politecnico di Milano e in seguito utilizzate da Scarpa all'Università di architettura a Venezia.
L'esperienza maturata durante il soggiorno a Taliesin si concretizza nelle prime opere. Nel 1954 realizza a Jesolo la casa di vacanza per la propria famiglia, che prende riferimento al concetto della “usonian house” wrightiana e che contiene tutti i temi della prefabbricazione con elementi della costruzione semplici, tipizzati e ripetibili, contraddistinti dalla cura del dettaglio e dalla scelta del materiale.
Dopo una breve collaborazione con Carlo Scarpa per il completamento di villa Romanelli a Udine (1954-1956), si trasferisce a Milano dando inizio al sodalizio con Angelo Mangiarotti, con cui collabora per i progetti più complessi anche l'ingegnere Aldo Favini. Lo studio Morassutti-Mangiarotti progetterà opere emblematiche per la ricerca del connubio tra forma e costruzione. Sono da annoverare la chiesa di Baranzate (MI) (1956-58) e gli edifici residenziali di via Gavirate (1959-1962) e via Quadronno (1960-1962) a Milano. L'esperienza dello studio con Angelo Mangiarotti terminerà all'inizio degli anni '60.
Morassutti si dedicherà alla sperimentazione di soluzioni innovative per l'industrializzazione delle costruzioni. Realizzazioni significative per l'utilizzo di moduli e componenti edilizi prefabbricati sono gli edifici industriali a Padova (1959) e Longarone (BL) (1965), l'unità residenziale Le Fontanelle a San Martino di Castrozza (TN) (1964) e i sistemi di prefabbricazione progettati tra gli anni Settanta e Ottanta .
Nel 1968 Morassutti pone le basi dello studio Morassutti & Associati Architetti, con Maria Gabriella Benevento, Giovanna Gussoni, Mario Memoli.
Risalgono a questo periodo il Centro istruzione IBM a Novedrate (CO) (1970-1974), casa Carlevaro a Segrate (MI) (1969-1970) e una serie di progetti per la prefabbricazione residenziale tra cui Unità residenziali con sistema a prefabbricazione pesante. Negli ultimi due decenni di attività, l'interesse di Bruno Morassutti si è rivolto soprattutto ai temi dell'architettura religiosa e dello spazio pubblico.


ORARI
LUNEDÌ 10/17
POMERIGGIO 16,00 – 19,00
MARTEDÌ 11/18
POMERIGGIO 16,00 – 19,00
MERCOLEDÌ 12/19
POMERIGGIO 16,00 – 19,00
GIOVEDÌ 13/20
POMERIGGIO 16,00 – 19,00
VENERDÌ 14/21
MATTINA 10,00 – 12,00
POMERIGGIO Dedicato agli incontri
SABATO 15/22
MATTINA 10,00 – 12,00
SABATO 15
MATTINA 10,00 – 12,00
POMERIGGIO 16,00 – 19,00
INFO & PRENOTAZIONI
Fondazione Architettura Belluno Dolomiti Segreteria +39 0437 950270
E-mail [email protected]


ORGANIZZATORI
Tel. +39 0437 950933
E-mail [email protected]
www.inclinazioni5070.it




Ingresso gratuito